Pulizia viso maschile fai-da-te: le pratiche da seguire

La pulizia viso maschile fai-da-te ha bisogno di più accortezze rispetto alla pelle femminile. Difatti bisognerà concentrarci sulla detersione e purificazione  

pulizia viso maschile fai-da-te
Fonte: Pixabay

 

Per realizzare un’ottima pulizia viso maschile fai-da-te è innanzitutto importante conoscere quali sono le fasi della pulizia. Innanzitutto bisogna dapprima aprire i pori, dopodiché si passa alla detersione, alla purificazione, nuovamente ad un’ultima detersione dei pori e, infine, la loro chiusura.

Naturalmente bisognerà fare più attenzione alla detersione e alla purificazione, poiché la pelle dell’uomo può essere di gran lunga altamente sensibile. Il motivo è molto semplice: l’utilizzo del rasoio giornaliero, dopobarba a base alcolica e probabilmente poco utilizzo di creme giornaliere, rendono la pelle anche un ottimo campo per acne o brufoli o rossori. Quindi bisognerà andarci piano. Andiamo a scoprire tutti i dettagli.

Premessa sulla pulizia viso maschile fai-da-te

Questa premessa va soprattutto a coloro che leggono e sono principianti nella pulizia viso maschile. Informatevi sempre su possibili allergiche o problematiche cutanee (“pelle secca? Pelle grassa? Pelle con couperose?”). In questo modo potrete scegliere prodotti mirati che non vadano però ad interferire con il ph della pelle.

Fatto questo ricordate di agire con decisione, ma lentezza seguendo tutti i punti uno step alla volta.

Pulizia viso maschile fai-da-te: aprire i pori

La prima fase è molto semplice poiché per aprire i pori non c’è meglio di niente che il vapore. Basterà dunque mettersi davanti ad una fonte di vapore acqueo (che sia una pentola o il lavandino del bagno) per almeno 20-30 minuti con un asciugamano sulla testa. Potete anche diluire all’interno un ingrediente a scelta. Per viso irritato (oltre che per un’azione emolliente) va bene una bustina di camomilla.

In alternativa andate sul classico cucchiaio di bicarbonato oppure con qualche goccia di olio essenziale di tea tree che riequilibra la pelle.
Quando sentirete la pelle umida ma morbida è arrivato il momento di passare al secondo step.

Pulizia viso maschile fai-da-te: detersione

A questo punto si passa alla detersione. La detersione consiste nell’eliminazione delle cellule morte e superficiali della pelle per lasciar spazio alla pelle più pulita e “nuova”. Potete trovare in commercio diversi prodotti scrub adatti alla vostra tipologia di pelle.

Naturalmente esistono anche metodi fai-da-te in casa che consistono nel mescolare un cucchiaio di miele, un cucchiaio di zucchero o sale (a seconda dell’intensità che volete dare al vostro scrub) e del limone. Mescolate assieme e massaggiate sul viso: fronte per prima, naso, mento, evitando il contorno labbra. Guance e mascelle evitando anche qui il contorno occhi.

Pulizia viso maschile fai-da-te: purificazione

Dopo aver lavato via lo scrub con dell’acqua fredda bisognerà passare all’eliminazione di brufoli, comedoni e punti neri. Quindi armatevi di due batuffoli di cotoni (o carta igienica) e premete per far uscire il pus del brufolo. Stessa cosa per i punti neri o comedoni. Eliminate “le scorie” con lo stesso batuffolo di cotone e procedete. Per un lavoro igienicamente corretto potete anche utilizzare dei guanti, in questo modo eviterete quasi totalmente delle infezioni.

Se notate piccoli puntini rossi post purificazione, ripulite con un nuovo batuffolo di cotone e passate al prossimo passaggio.

Purificazione per pulizia viso maschile fai-da-te

Il nostro penultimo step riguarderà la nutrizione e la purificazione. Vale a dire nutrire la pelle, idratarla e coccolarla. In commercio esistono molteplici maschere che possono sempre fare a caso nostro: idratante, lenitiva, rivitalizzante.

Ma anche per una cosmesi fai-da-te possiamo utilizzare diversi ingredienti. Ad esempio per la pelle tendenzialmente grassa si può utilizzare l’argilla. Per quella secca utilizzate olio di argan e avocado. Per quella mista/normale va bene anche burro di karité. Evitate il contorno occhi e stendetela per qualche minuto. Poi risciacquate via con dell’acqua tiepida.

Come richiudere i pori nella pulizia viso maschile fai-da-te

A questo punto, per far sì che la pelle rimanga a lungo più sana, la si può coccolare nuovamente con dell’acqua di rose. Basterà impregnare un batuffolo di cotone con del prodotto e passarlo lungo tutto il viso. In alternativa potete utilizzare anche un decotto di rosmarino o dell’olio essenziale di tea tree. Ripetete sempre la pulizia viso maschile fai-da-te almeno una volta a settimana.

Cliccate QUI per altre dritte sulla pelle maschile!
Vi aspettiamo sulla nostra pagina Facebook!

0Shares