Trucco viso, guida ai pennelli: ecco quali usare

Blush, eyeliner e ombretto: come distribuirli? Continuate a leggere per capire quali pennelli utilizzare.

Nel make up l’uso di pennelli specifici per i cosmetici è di fondamentale importanza. Certo con le dita si può fare un ottimo lavoro per stendere l’ombretto molto “nature”, stessa cosa per il blush o lucidalabbra. Ma per l’eyeliner e il rossetto il pennello è essenziale, come per stendere con precisione l’ombretto, il blush o l’illuminante, scopriamo come partendo dal correttore.

Pennello da correttore.

Per stendere il correttore ottenendo un effetto più definito occorre utilizzare un pennello. Il pennello da correttore ha setole molto corte e sintetiche. È utilizzato soprattutto per il prodotto liquido, ma attualmente molti sono i correttori che vengono dispensati con il dispensatore quindi è anche il pennello meno utilizzato.

Pennelli da ombretto.

Partiamo dal presupposto che per l’ombretto c’è più di un pennellino. Di certo, quello più famoso e più utilizzato è quello a setole morbide, sintetiche e naturali. Questo pennellino serve a stendere il prodotto su tutta la palpebra mobile ed è migliore rispetto ai pennelli con la spugnetta. Inoltre per l’ombretto, ci sono anche altri pennelli, tra cui alcuni che servono per sfumare il prodotto tra la palpebra mobile e il sopracciglio.

Pennello da eyeliner.

Il pennello da eyeliner è di solito fornito con il prodotto nei negozi cosmetici e serve per dare un tratto definito all’eyeliner in gel. Il pennello ha una base piatta, con una punta più alta sebbene sia piccolo. Solitamente è in setole sintetiche ed è dunque molto rigido. Questa tipologia di pennello serve, ad esempio, per ricreare un cat-eye senza sbavature.

Pennello da fondotinta.

Il tipico pennello da fondotinta è quello con una spugnetta dalla punta piatta. Serve per stendere il prodotto liquido per creare un effetto spugnato sul viso. Il più utilizzato è il pennello a base piatta con setole sintetiche, ma quest’ultimo può essere utilizzato solo per prodotto liquido. Per quello in polvere viene utilizzato il kabuki. Il kabuki è un pennello con manico corto con setole morbide e compatte che può essere utilizzato anche per la stesura della cipria.

Pennello da blush.

Quello da blush è uno dei pennelli più utilizzati. Difatti è possibile trovarne sempre in commercio anche venduti singolarmente. Leggermente più piccolo rispetto a quello da fondotinta, il pennello da blush può essere utilizzato anche per il bronzer o per l’illuminante (di cui abbiamo già parlato QUI e QUI). 

Pennellino da illuminante.

Il pennellino da illuminante è inconfondibile. A ventaglio e con setole sintetiche, serve per stendere l’illuminante senza esagerare. Tuttavia il suo prezzo in commercio è molto alto se acquistato singolarmente. Piccolo trucchetto: prendete un ferrettino nero per capelli e, cercando di raccogliere in orizzontale le setole del pennello da blush, avrete realizzato il vostro pennello da illuminante.

Pennello da labbra.

Utilissimo per stendere il rossetto in maniera precisa, il pennello da labbra permette l’applicazione di prodotti “cremosi” come il gloss ed i rossetti. È sottilissimo e ha setole sintetiche. È utilizzatissimo per un risultato preciso per definire il contorno labbra.

E voi? Quali altri pennelli utilizzate?

3Shares