Treccia olandese: l’acconciatura dell’estate

Elastico, specchio e… continuate a leggere per scoprire come realizzare la treccia olandese!

treccia olandese

Fonte: Pixabay

 

La Treccia olandese è una particolare treccia che si differenza dalla comune treccia, definita francese. In realtà la treccia olandese non è altro che la treccia francese “inversa”. Se in quella francese le ciocche vengono fatte passare l’una sopra l’altra, in quella olandese le ciocche vanno fatte passare l’una sotto l’altra. Andiamo a scoprire come procedere con ordine.

Pettinare i capelli prima della treccia olandese

È essenziale tenere i capelli in ordine prima di procedere con la treccia olandese. Cominciate con il pettinare i capelli da parte a parte, prima a testa in giù e poi normalmente. Passate una mano tra i capelli assicurandovi di non avere nodi. Quindi partite mettendo tutti i capelli all’indietro.

Dividete poi la chioma in due parti: lasciate libera la parte della nuca e prendete tutti quelli della parte superiore della testa da orecchio a orecchio e procediamo.

Tre ciocche uguali per la treccia olandese

Se volete partire proprio dalla nuca, potete facilitarvi la pratica mettendo due specchi uno davanti all’altro. In alternativa potete fare pratica partendo dalle lunghezze. Tuttavia, bisognerà procedere prendendo 3 ciocche uguali di capelli. Cominciate prendendo quella dell’estrema sinistra e posizionandola sotto quella centrale. Quindi prendete quella dell’estrema destra e posizionatela sotto quella del centro, e così via per un paio di passaggi. A questo punto cominciate a prendere anche altre ciocche della testa, cercando d’unirle alle altre ciocche principali. Naturalmente cercate di far aggregare le ciocche alle altre, in modo da non creare discromie.

Procedete fino alla nuca e quindi fino alla fine della chioma.

Come terminare la treccia olandese

Cercate di terminare più che potete la treccia continuando a posizionare le ciocche una sotto l’altra. Quindi prendete un elastico, meglio se a fantasia e legate i capelli. Controllate dunque l’acconciatura. Se notate piccole ciocche fuoriuscire dalla treccia, utilizzate del gel d’aloe per fissare. Quindi cercate d’allargare le asole della treccia di pochissimo, tirandole di qualche millimetro. E la treccia è conclusa!

La treccia può essere utilizzata anche come styling no heat per pieghe wavy, come abbiamo detto QUI. 

Articoli correlati:
Acconciature capelli anti caldo;
Ricci twist e boccoli;
Messa in piega riccia;
Plopping per capelli mossi.

Scriveteci e mostrateci la vostra treccia olandese!
Le migliori andranno pubblicate sulla nostra pagina Facebook!

Potrebbero interessarti anche...