Smalto perlato (a chi sta bene): come e quando utilizzarlo

Per matrimoni, cerimonie ma non solo! Continuate a leggere per scoprire quando e come utilizzare lo smalto perlato (e a chi sta bene)!

Smalto perlato
Fonte: Pixabay

Lo smalto perlato è uno degli smalti più comuni che vengono spesso utilizzati per occasioni di lusso o cerimonie. Difatti, lo smalto perlato, tende a dare un look molto più sobrio ed elegante in colori tenui senza bisogno di ricorrere a fantasie particolari. Il suo utilizzo però, è soprattutto consigliato per chi vuole dare l’impressione di un look austero ma allo stesso tempo raffinato.

Ecco perché molto spesso lo troviamo sulle mani delle spose. In aggiunta anche molte donne mature, in occasioni eleganti come cerimonie, tendono ad utilizzarlo. Il motivo è proprio la possibilità di dare un aspetto elegante in pochi passi. Tuttavia un modo per arricchirlo senza strafare ed essere utilizzato anche dalle giovani al di fuori d’eventi classici c’è: andiamo a scoprire quale!

Smalto perlato effetto spugnato

Un modo per rendere il proprio smalto serioso un po’ particolare è attraverso l’utilizzo dell’effetto spugnato, di cui abbiamo già parlato QUI. Scegliendo due o più colori è possibile “spugnare” sulle unghie e ricreare un effetto sfumato.

Potete scegliere d’utilizzare rosa e bianco, oppure azzurro e bianco a seconda del colore che volete, l’importante che sia chiaro e tenue e che uno dei due sia perlato. Scegliete il bianco alla base e il colore decisivo nella parte alta dell’unghia. Spugnate e passate il top coat: in pochi passi avrete personalizzato il vostro smalto perlato!

Smalto perlato con effetto jewels

Dell’effetto Jewels ne abbiamo parlato anche QUI. L’effetto Jewels vuol dire applicare sulla base smaltata dei piccoli applique di gemme o brillantini. Il tutto con della colla per unghie o smalto top coat.

Quindi, dopo aver utilizzato il vostro smalto perlato, prendete qualche piccola gemma ed applicatela alla base dell’unghia, vicino la cuticola (per vedere com’è fatta un’unghia cliccate QUI). Procedete quindi applicandone pochi ma evidenti. E infine passate una sottilissima base di top coat evitando le piccole gemme. Il risultato vi sorprenderà!

Smalto perlato con stamping

Infine vi proponiamo d’arricchire il vostro smalto perlato con un piccolo stamping. Ne abbiamo parlato QUI. Per effettuare tale stamping basta prendere il timbrino in gomma e riportare il disegno scelto sull’unghia. Tuttavia, in questo caso, vi consigliamo d’optare per un disegno molto sobrio e anche piccolo da apportare solo su pollice/indice o solo sull’indice.

Prediligete lo smalto nero o comunque un colore che non stoni troppo sull’unghia. Basta anche una fantasia floreale oppure un piccolo fiore. L’importante è che sia poco vistoso. Riportatela in alto sull’unghia e passate il top coat e avete finito.

Naturalmente queste sono solo piccole idee per rendere particolare lo smalto perlato. Ma di seguito vi riportiamo altre idee per arricchirla:

Il procedimento per la French Colorata;
Water marble;
Come ricreare la nail art nude;
Nail art piedi estate.

Scriveteci e mandateci su Facebook le vostre nail art con smalto perlato!

0Shares

Un commento su “Smalto perlato (a chi sta bene): come e quando utilizzarlo”

I commenti sono chiusi.