Shampoo colorato: scopriamo come utilizzarlo!

Lo shampoo colorato può essere un ottimo modo per coprire la ricrescita e i capelli bianchi. Scoprite qui come utilizzarlo al meglio!

shampoo colorato
Fonte: Pixabay

 

Lo shampoo colorato rientra nelle soluzioni last minute per poter ricolorare i propri capelli in maniera pratica e veloce. Il prodotto, reperibile in tutti i negozi di profumeria e cosmetica, è indicato, però, soprattutto per i colori “poco comuni”. Ad esempio per rosso, blu, verde, indicati per i party o feste in maschera. Infatti, la loro durata, è pari ad uno shampoo. Tuttavia è reperibile anche in colori poco comuni come nero, castano o biondo. Viene utilizzato soprattutto per estendere la durata di tinta o capelli grigi. Scopriamo come.

Shampoo colorato: premessa.

Prima di procedere, bisogna che ricordiate come tale prodotto abbia bisogno delle giuste attenzioni prima dell’uso. Infatti bisogna seguire assolutamente le indicazioni disposte sul prodotto e visionare bene su quali tipologie di tinte è possibile utilizzarlo. Molte tinte, ad esempio, non possono essere utilizzate su capelli hennati. Quindi testate dapprima i prodotti su alcune ciocche per notarne l’effetto.

Proprio per tale motivo, prima di utilizzare il prodotto chiedete consiglio al vostro parrucchiere. Lui saprà cos’è meglio per la vostra chioma. Analizzando non solo il vostro capello ma anche gli ingredienti contenuti nello shampoo, dandovi anche i giusti consigli. Detto questo procediamo.

Shampoo colorato: ecco cosa occorre.

Per utilizzare lo shampoo colorato ricordate d’utilizzare un asciugamano vecchio. Soprattutto perché essendo pieno di colorante, il prodotto stinge parecchio. Quindi procedete con pettine, districante per capelli naturale. Se volete lisciare i capelli va bene anche quello ai gel di semi di lino (ne abbiamo parlato QUI). Infine procuratevi un balsamo fai-da-te (QUI). Meglio se il resto dei prodotti che volete utilizzare siano bio in modo da non seccare ulteriormente i capelli. Passiamo al prossimo step.

Come procedere con lo shampoo colorato.

Procedete districando i capelli con un pettine. Questo è un procedimento che dev’essere fatto a prescindere per ogni lavaggio di capelli. Permette un lavaggio migliore su tutti i capelli e non vi ritroverete con nodi nella chioma a fine shampoo. Quindi cominciate inumidendoli con acqua tiepida. Una volta che saranno TUTTI bagnati (assicuratevi di questo dettaglio) prendete il vostro shampoo colorato e distribuitelo su tutta la testa.

Abbiate cura di distribuirla accuratamente dappertutto, concentratevi sulla cute e risciacquate. Procedete, se ne sentite il bisogno, anche sulle lunghezze, sempre premurandovi d’essere precisi e non saltare nessun punto. A questo punto lasciate il prodotto agire per 5 minuti. Quindi prendete il balsamo bio e lavate le lunghezze. Risciacquate il tutto assicurandovi che l’acqua non sia più colorata e distribuite il gel ai semi di lino per capelli più lucenti. Quindi procedete con l’asciugatura.

Shampoo colorato: come asciugare i capelli?

Prima di tutto cercate di capire se lo shampoo ha seccato i vostri capelli oppure no. Se notate che la chioma ha una soglia di secchezza molto alta, procedete con un’asciugatura no heat. QUI lo styling per ottenere capelli lisci, QUI quello per capelli mossi, QUI quello per capelli ricci. Al prossimo lavaggio optate per poco shampoo e molto balsamo.

Mentre, se notate che i capelli sono poco secchi utilizzate un po’ d’aloe vera sulle punte e procedete con la vostra asciugatura solita. Come consiglio, è sempre meglio utilizzare il phon non al massimo del calore, per non danneggiare i capelli.

Mi raccomando non impanicatevi nel caso non abbiate ottenuto il colore che volevate! Basterà solo effettuare una maschera all’olio e rilavare i capelli. Questi torneranno come nuovi! 

Articoli correlati:
Ricette shampoo fai-da-te;
Prodotti arriccianti fai-da-te;
Shampoo ultra delicato “Chogan”;
Come ricreare lo shampoo secco.
E voi? Avete mai utilizzato lo shampoo colorato?

0Shares