Olio essenziale di Lavanda: proprietà ed usi in cosmetica

Smagliature, scottature e viso? Utilizzate l’ olio essenziale di Lavanda! Continuate a leggere per scoprire come utilizzarlo!

Olio essenziale di Lavanda

fonte: Pixabay

L’ olio essenziale di Lavanda è uno degli oli essenziali più diffusi. Il suo utilizzo è in particolar modo legato alle profumazioni d’ambienti, ma in realtà il prodotto è sempre più spesso utilizzato anche in cosmetica. Questo perché le qualità di tale olio, permettono molteplici usi. Oltre a d essere un ottimo rimedio assorbi odori, può essere anche utilizzato per pelle del viso e per lozione corpo. Scopriamo come.

Olio essenziale di Lavanda: premesse.

Ovviamente, essendo un’essenza, l’ olio essenziale di Lavanda non provoca allergie (anzi!). Soprattutto se usato con altri ingredienti, il prodotto può arrivare ad essere estremamente utile per l’intero organismo. Tuttavia, mi raccomando: prima di procedere con le ricette verificate possibili allergie ai prodotti che andremo ad utilizzare per evitare di incorrere in allergie latenti. Se notate reazioni particolari dopo l’uso, contattate il medico.

Come utilizzare l’ olio essenziale di Lavanda per impacchi anti-cellulite.

Abbiamo già nominato alcune cure per la cellulite a base d’impacchi QUI e QUI. L’ olio essenziale di Lavanda si unisce a tutti quei prodotti capaci di idratare, tonificare e nutrire la pelle. Questo perché la Lavanda ha in sé proprietà antiossidanti. Quindi mescolate 20 gocce d’essenza con 4 cucchiai di gel d’aloe vera e 5 cucchiai di caffè macinato. Spalmate il composto sulle cosce (o sulla zona con cellulite/smagliature/buccia d’arancia), avvolgete il tutto con della carta trasparente da cucina e lasciate in posa per 30 minuti. Risciacquate: noterete già al tatto pelle più morbida e pura. Ripetete la procedura 2 volte a settimana per ottenere una pelle più tonica e lisca in poco più di un mese. 

L’ olio essenziale di Lavanda per la pelle grassa.

In alcuni casi l’essenza può anche riuscire a curare alcuni lievi casi di acne e pelle grassa. Leggendo QUI troverete alcune ricette di maschere per sebo equilibrare la pelle. In questo caso, anche l’ olio essenziale di Lavanda può contribuire. Difatti, la Lavanda, contiene anche agenti seboequilibranti per la pelle. Quindi potrete aggiungere alle maschere anche meno di 10 gocce di prodotto per un risultato più profumato e pulito. In alternativa può essere addizionato nei prodotti adatti alla pelle grassa per la detersione quotidiana di cui abbiamo parlato QUI.

In casi di lieve acne, potete anche inumidire un batuffolo di cotone con alcune gocce di olio essenziale e tamponarlo leggermente sulla zona da trattare. La lavanda, infatti può trattare anche parti leggermente anti-settiche. Il trattamento va ripetuto solo una volta a settimana ma consultate comunque il medico prima di procedere per non incorrere in peggioramenti.

Olio essenziale di Lavanda: tonico dopo sole.

Un altro particolare uso dell’olio essenziale è dopo il mare. Le prime abbronzature, senza una corretta protezione, possono causare una reazione incontrollata della pelle (rossore o bruciore). Per tale motivo si può utilizzare il prodotto anche per lenire i rossori d’abbronzatura. Mescolate 4 cucchiai di gel d’aloe vera, con 20 gocce di olio essenziale. Passate il prodotto con un batuffolo di cotone sulle zone arrossate dal sole e in pochi minuti il rossore sarà sparito.

L’azione lenitiva dell’olio essenziale è valida anche per le punture d’insetti o irritazioni. Bastano solo due cucchiai di acqua minerale e 10 gocce di olio essenziale. Imbevete un batuffolo di cotone di prodotto e tamponate sulla zona irritata. Noterete come anche qui, l’olio essenziale potrà calmare l’irritazione fino a guarirla.

Articoli correlati su altri oli essenziali:
O.E. di Ylang Ylang;
O.E. di Mandarino;
O. E. di Tea Tree;
O.E di Betulla.

Scriveteci se conoscete altri usi dell’ olio essenziale di Lavanda!

Potrebbero interessarti anche...