Olio di Pesca: utile per capelli e pelle secca

L’olio di pesca è ottimo per molteplici utilizzi: può essere utilizzato su pelle sensibile, capelli secchi e viso lucido, per via dei suoi principi anti age e antinfiammatorie

olio di pesca
Fonte: Pixabay

Tramite la spremitura a freddo, l’olio di pesca (o l’olio di nocciolo di pesca) racchiude in sé tutti i benefici del frutto. L’olio, dal colore mielato, è molto leggero e presenta principi attivi appartenenti alle vitamine del gruppo A, B1, B2, C ed E. Ha in sé anche grassi acidi essenziali, acido linoleico e palmitico oltre che Sali minerali quali zolfo, fosforo, calcio, magnesio, potassio e ferro. Quindi può essere utilizzato sia in cucina, per arricchire i cibi dolci o per un olio meno pesante, sia per la cosmesi di capelli sfibrati e pelle secca.

Olio di pesca: premessa

Prima di procedere ricordate di non testare il prodotto su problematiche epidermiche gravi. In questi casi chiedete sempre prima consiglio al vostro medico.

A prescindere testate sempre prima di procedere il prodotto per evitare d’incorrere in problematiche allergiche. Nel caso notiate reazioni o rossori smettete subito e consultate il medico.

Olio di pesca per la pelle del viso matura/sensibile/secca

Come tutti gli oli di origine vegetale, l’olio puro di pesca può essere un ottimo beneficio per le pelli del viso secche, screpolate, rovinate. Soprattutto, un ottimo utilizzo, va fatto sulla pelle increspata e matura, che richiede una forte idratazione.

Utilizzatelo come struccante serale oppure come tonico mattiniero. Basterà tamponare il prodotto sulla pelle con un batuffolo di cotone imbevuto e risciacquare con acqua tiepida. Utilizzato tutti i giorni renderà la vostra pelle fresca e idratata.

Olio purissimo pesca per i capelli sfibrati

In aggiunta potete realizzare impacchi con l’olio per capelli gravemente sfibrati da tinte, phon o piastra. In questo caso bisognerà impaccare i capelli pre shampoo aggiungendo all’olio di pesca anche un cucchiaio di burro di karité. Mescolate, lasciate 30 secondi in microonde e, quando sarà poco caldo, stendete sui capelli bagnati.

Lasciate in posa per circa 30 minuti e poi risciacquate. Ripetete questo trattamento ogni volta che lavate i capelli fino a quando non noterete miglioramenti.

Olio puro di pesca per i piedi post pediluvio

In vista della bella stagione è d’obbligo cominciare a curare le proprie estremità rendendole meno secche post inverno. Quindi, oltre ad un pediluvio ogni 2 settimane, è assolutamente consigliato effettuare un massaggio con dell’olio di pesca.

Sui piedi ancora umidi, versate qualche goccia di olio di pesca sulle mani e quindi massaggiate i piedi. Talloni soprattutto, dita e collo del piede. Massaggiate fino ad assorbimento e, dopo 5-10 minuti tamponate. Ripetete il trattamento quando potete anche per defaticare i piedi.

QUI abbiamo parlato di come curare le gambe stanche!
Vi aspettiamo sulla nostra pagina Facebook!

0Shares