Idrolati: cosa sono e come utilizzarli in cosmetica

Gli idrolati possono essere anche più di un semplice ricavato naturale: continuate a leggere per scoprire tutti gli utilizzi!

Idrolati
Fonte: Pixabay

Altri prodotti molto delicati diffusi nella cosmetica naturale sono gli idrolati. Questo particolare prodotto si ottiene grazie alla distillazione tramite vapore di piante, erbe, fiori o fogli nonché altre parti delle piante a seconda dello scopo. Andiamo a scoprire tutti i pregi.

Idrolati: come vengono realizzati

Gli idrolati sono praticamente secondari prodotti ottenuti dalla distillazione di un prodotto: il primo, in quanto a principi contenuti, sono gli oli essenziali. Tuttavia, a differenza degli oli essenziali, l’idrolato ricreato mantiene il profumo e alcune proprietà della pianta d’origine racchiudendo alcune proprietà essenziali.

Per realizzarli basta prendere dell’acqua, meglio se bollita, da conservare in una bottiglia di vetro. Dentro potete inserirci alcune foglie o fiori freschi. Da lasciare a riposare poi per minimo due settimane al buio. A differenza degli oli essenziali, inoltre, il prodotto non presenta controindicazioni, quindi possono essere utilizzati sia in gravidanza che sulle pelli ipersensibili come quelle dei bambini.

Idrolati: tutti gli utilizzi

Data la loro delicatezza ma anche proprietà benefiche, gli idrolati possono essere utilizzati davvero in qualunque modo in cosmetica.
Possono essere utilizzati come ultimo risciacquo per i capelli o come ingrediente per tonici, struccanti, balsamo corpo o maschere (come QUESTO) in alternativa all’acqua demineralizzata.

In aggiunta possono essere anche utilizzati assieme all’alcol per ricompattare cosmetici distrutti (come abbiamo visto QUI).

Gli idrolati più diffusi

I prodotti più conosciuti in cosmetica naturale a base di acqua sono l’acqua di amamelide, di cui abbiamo parlato QUI. Ma altrettanto conosciuta è l’acqua di rose: ne abbiamo approfondito tutti gli utilizzi QUI. Ottimo sia per il viso che per i capelli.

Tra i principali prodotti idrolatati c’è anche l’idrolato di camomilla: utile per pelli sensibili o couperose, idrolato di menta per le pelli impure o con acne. O Idrolato di salvia, utile per i capelli fragili o per prevenire la caduta.

Articoli correlati:

Stay tuned per approfondimenti su altri idrolati!
Vi aspettiamo sulla nostra pagina Facebook!

0Shares

2 commenti su “Idrolati: cosa sono e come utilizzarli in cosmetica”

I commenti sono chiusi.