Trend fitness, Olit: l’attività fisica che migliora la muscolatura

L’olit è un’attività fisica che migliora muscoli, postura e la tonificazione. Mix di musica e sincronia, ci si può allenare anche a corpo libero

Olit

Fonte: Pixabay

 

L’olit prende il nome (iniziale) da “olistico-propriocettiva-posturale”, poiché il benessere viene sviluppato proprio tramite una cura olistica del corpo. In tale fitness si pone l’obiettivo di migliorare la percezione di sé, la respirazione e l’allenamento del corpo, totalmente a corpo libero.

Premessa sull’olit

Sebbene sia un’attività fisica completamente soggettiva e, sebbene ogni persona è libera di realizzarla, è sempre meglio un consulto medico. Soprattutto nel caso in cui si è in una situazione di recupero generale post operazione o con problematiche articolari gravi.

Cos’è l’olit

Ma in cosa consiste esattamente l’olit? L’olit, come abbiamo detto si pone su musica e movimenti che ne conseguono. Dunque, l’attività fisica, è a corpo libero e si basa anche su caratteristiche fisiche di chi lo pratica donando benessere al di là dell’attività fisica. L’olit, creato dal master Silvia Pozzato collaborando con Andrea Ponz, viene svolt dunque senza l’utilizzo di attrezzi o macchine, per evitare che il corpo si sovraccarichi.

Olit: i principi fondamentali

Tra i principi fondamentali dell’olit, ci sono 4 pilastri assolutamente importanti da rispettare. Al primo posto c’è il controllo del movimento: in base ad uno schema da conseguire, bisognerà soppesare con efficacia i movimenti, proprio come nel pilates. In questo modo si punta ad una tonificazione approfondita di ogni muscolo. Ma da questo principio, ne consegue una fluidità di esecuzione: quindi ogni movimento non dev’essere forzato e legnoso, bensì leggero. Una pratica che tuttavia andrà intrapresa col tempo.

Dopodiché altro principio da rispettare durante la pratica è il controllo della respirazione che dovrà essere in linea con i movimenti e l’esecuzione, ma totalmente defaticante. Nel momento in cui la respirazione si fa più affannata, l’olit non viene svolto come si dovrebbe. Ecco perché questi tre principi devono fare capo ad una concentrazione massima totale, l’ultimo fondamentale, che deve controllare tutto il fitness. Il lavoro mentale, dietro al lavoro fisico, è quindi il fulcro dell’olit.

Olit ottimo per gli amanti dello Yoga

Proprio per il fatto che l’olit sia un’attività così mentale è concentrata, non risulta essere per niente faticosa. L’attività di concentrazione, inoltre, si rassomiglia molto alle tecniche condotte dal Tai Chi, dallo Yoga e quindi anche dal pilates. Le lezioni, proprio come nell’olit, non risultano molto impegnative ma il grado di difficoltà può aumentare in proporzione con il miglioramento del corpo. Dunque può essere un’attività molto simile allo Yoga ma allo stesso tempo molto più approfondita.

In più può essere affiancata ad altre tipologie di sport come danza classica o nuoto.

QUI abbiamo parlato del float piloga!
Vi aspettiamo sulla nostra pagina Facebook!

Potrebbero interessarti anche...