Come curare le unghie corte: le pratiche per fortificarle

Se “soffrite” di unghie sottilissime e cortissime, l’unica cosa da fare e badare al come curare le unghie corte: con olio di ricino e limatura leggera

curare le unghie corte
Fonte: Pixabay

Curare le unghie corte può essere problematico. Il motivo riguarda proprio la loro lunghezza. Solitamente tendono ad essere sempre più piccole, vale a dire ad andare al di sotto della pelle del dito. Questo poi porta a rossori, gonfiori e quant’altro.

Solitamente è un problema che riguarda la debolezza dell’unghia, la consistenza ma anche un problema che riguarda l’onicofagia. Tuttavia è tutto risolvibile, andiamo a scoprire come.

Curare le unghie corte: premessa

Di certo, se soffrite di problematiche gravi riguardo alle unghie è sempre meglio chiedere consiglio ad un professionista. I prossimi rimedi infatti tendono a rinforzare le unghie in maniera non invasiva, ma se le vostre unghie tendono a spezzarsi e a sanguinare, meglio procedere a livello più professionale.

Detto questo scopriamo come fare.

Curare le unghie corte: impacchi di olio di ricino

Come abbiamo detto QUI, l’olio di ricino è un must per fortificare sia le unghie che i capelli. Infatti basta massaggiare tale olio sulle nostre estremità per renderle più morbide e forti.

Massaggiate almeno un paio di volte al giorno aggiungendo anche olio di argan. Quindi lasciate assorbire. Questo stimolerà la crescita e non solo, renderà le unghie più forti e lucide.

Curare le unghie corte: manicure

Anche le unghie estremamente corte hanno bisogno di manicure. Certo non quella che tipicamente viene effettuata, ma bisogna comunque lisciare la patina dell’unghia, massaggiare creme e eliminare cuticole. Solitamente basta ammorbidire cuticole e pelle con dell’olio di argan. Dopodiché indietreggiate le cuticole e eliminate eventuali pellicine. Se sono arrossate, utilizzate il gel d’aloe per lenire e quindi procedete.

Quindi massaggiate la patina dell’unghia, rendetela più liscia e passate alla lima. La lima dev’essere di grana sottile e va passata sulle unghie per eliminare problematiche di unghie incarnite. Infine andrà effettuata una passata di smalto protettivo (magari anche smalti fai-da-te di cui abbiamo parlato QUI per eliminare l’onicofagia) e il gioco è fatto.

Curare le unghie corte: ricostruzioni

Questa dev’essere l’ultima spiaggia. Difatti, attraverso le ricostruzioni è possibile riformare la crescita dell’unghia, ma senza forzarla. Sostituendo semplicemente attorno all’unghia rovinata un composto in gel, si può rendere l’unghia più lunga e attendere la sua normale crescita.

Inoltre, le ricostruzioni, sembrano anche un buon modo per evitare di “mangiarsi le unghie”. Non si spezzano, non vengono rese irritate, e riescono a proteggere la pelle evitando rossori e irritazioni.

Articoli correlati:

Scriveteci e diteci se avete altre idee per curare le unghie corte!
Vi aspettiamo sulla nostra pagina Facebook!

0Shares