Biondo cenere: come rendere i capelli vivi d’estate

Il biondo è un tono di capelli che bisogna trattare con estremo riguardo e attenzione. Infatti, oltre a cercare sempre di ravvivarlo, bisogna farlo brillare

Biondo cenere
Fonte: Pixabay

Tra tutte le sfumature di biondo, il biondo cenere è un colore che bisogna trattare con le pinze. Il motivo riguarda soprattutto la sua colorazione molto lieve. Proprio per questo, dev’essere ravvivata molto spesso. E non solo, va trattata con prodotti dedicati e maschere idratanti. Scopriamo come.

Prodotti base per biondo cenere

Innanzitutto per i capelli biondo cenere ci sarà bisogno di shampoo e balsamo molto leggeri e delicati. Con inci puro e naturale, specialmente che abbiano, come ingrediente base, la camomilla. Come abbiamo detto, la camomilla è uno dei prodotti naturali più schiarenti oltre al limone. Dunque, può essere un prodotto implicito ottimale per rischiarare l’effetto della chioma e rendere il biondo cenere, molto più brillante e tendente al chiaro, che non un castano spento.

Maschere per capelli biondo cenere

Come abbiamo detto, il biondo cenere va tenuto sempre brillante e sempre idratato. E, primo tra tutti, vi consigliamo dunque di utilizzare maschere che puntino a rischiarare il biondo. Tra i primi ingredienti ricordiamo la camomilla, naturale schiarente, il limone, l’olio d’oliva e il miele. Insieme, questi 4 ingredienti compongono un ottimo schiarente naturale da lasciare in posa per circa 20 minuti una volta a settimana.
Per l’idratazione, i prodotti da impiegare sono tanti. Dal Gam, gel di amido di riso, fino anche all’acqua di riso.

Un altro prodotto molto importante da aggiungere ai vostri impacchi è anche il gel d’aloe, che tiene a bada il crespo ed ha un’idratazione bomba. Gli oli sono nutrienti, da impiegare anche quello di avocado o di cocco per avere capelli sempre lucidi e sani.
In alternativa potete anche utilizzare anche erbette ayurvediche che vanno a donare più intensità ai capelli. Tra questi la cassia è l’erbetta giusta per curare il crespo e rendere i capelli più disciplinati. Ma anche il sidr può far brillare i vostri capelli.

Come trattare i capelli biondo cenere

Solitamente, ma non spessissimo, i capelli biondo cenere risultano essere molto molto fragili e soprattutto sottili. Va da sé che bisognerà trattarli con assoluta leggerezza anche durante l’asciugatura. Per evitare le fastidiose doppie punte, vi consigliamo di utilizzare o la ruota svedese per capelli ricci oppure lo scrunch per capelli mossi/ricci. Sarà sempre meglio impiegare styling no heat piuttosto che phon o piastre. Anzi, proprio questi ultimi, non vanno mai impiegati, né ferri per renderli mossi. Cercate sempre di evitarli e di curare i capelli con leave in.
Altro importante dettaglio da non dimenticare è proprio questo. Il leave in è la procedura che si attua prima dello styling e dopo la maschera. Va applicato sulle punte per evitare che si sfaldino. Molto impiegato è l’acqua di rose, il gel d’aloe oppure l’olio di cocco. Anche l’olio di mandorla è molto quotato. Bisogna solo provare la scelta migliore.

Valorizzare i capelli biondo cenere

Sicuramente un buon modo per valorizzare i capelli biondi non è solo attraverso i prodotti giusti, ma anche sfruttando la giusta acconciatura e gli accessori. Ad esempio, per capelli lunghi e lisci, ottime sono le trecce morbide e lasciate lunghe sulla schiena. Arricchite con accessori sul fucsia, sull’arancione o sul blu. In alternativa, per ricci o capelli mossi, utilizzate le fasce per capelli. Ad oggi ne stanno uscendo di diverse tipologie, da applicare sulla testa e sfoggiando un look particolarmente estivo.
Per chi ama i capelli lisci e mossi, optate sempre per onde morbide e ferretti evidenti. Scoprirete come arricchiranno la vostra chioma ma senza oscurarne la bellezza.

0Shares