Aritha: l’erba ayurvedica da utilizzare per capelli e corpo

L’Aritha fa parte del grande gruppo di erbe naturali capaci di curare capelli e corpo. Il suo utilizzo è per la couperose e i capelli rovinati

Aritha
Fonte: Pixabay

L’Aritha è una polvere proveniente dalla Sapindus Trifoliatus, (albero del sapone) che cresce soprattutto in India. Conosciuta anche come Reetha o ritha, la polvere è un prodotto ricco di saponine, capaci di detergere naturalmente proprio come fosse un sapone. Se dapprincipio l’Aritha era utilizzata anche per lavare abiti in seta e cashmere, viene sempre più utilizzata anche per la cosmesi essendo un prodotto biologico. Ha inoltre proprietà antifungine, antibatteriche, antimicotiche, antiforfora. 

Infatti, a differenza dei prodotti commerciali, contengono anche un particolare principio attivo (quale tensioattivo) che deterge con delicatezza, ma senza esagerare, i capelli e il viso. Andiamo a scoprire subito tutti i suoi particolari.

Aritha: precauzioni

Ovviamente, come per tutti i prodotti naturali di cui parliamo, vi invitiamo sempre a testare dapprima il prodotto per scongiurare eventuali reazioni contrastanti su pelle e capelli.

Testate sul polso, sotto la mascella e dietro l’orecchio, vicino la cute. Se notate rossori dopo un’ora dall’utilizzo, evitate o chiedete consiglio al vostro medico.

Quindi procediamo.

Aritha per i capelli spenti, con forfora o per la caduta dei capelli

Proprio come lo Shikakai (di cui abbiamo parlato QUI) anche l’Aritha può essere utilizzata al posto dello shampoo tradizionale.

Infatti, quando avete grossi problemi di forfora o caduta dei capelli bisogna utilizzare tale erbetta, dispensata in flacone con po’ d’acqua, e risciacquo con aceto di mele. Ripetete il procedimento per circa un mesetto: i capelli saranno più forti e la forfora sarà solo un ricordo.
Nel caso però di capelli deboli va utilizzato come maschera. Mescolate con del gam o henné neutro (ne abbiamo parlato QUI) e lasciate sulla cute per circa 20-30 minuti. Risciacquate solo con risciacquo acido.

Aritha per il viso con dermatite

Ideale è l’utilizzo di Aritha per chiunque abbia grossi problemi di dermatite o psoriasi sul viso. In questo caso basterà lavare il viso almeno una volta al giorno con l’erbetta e un po’ d’acqua di rose. Eliminate i residui di prodotto con dell’acqua tiepida e in pochi giorni la dermatite sarà totalmente eliminata.

Un altro utilizzo è per la couperose: ne abbiamo parlato QUI. Se siete particolarmente soggetti a componenti chimici aggressivi, l’aritha è quel che fa per voi. Utilizzatela prima e dopo l’utilizzo di make up per non avere più rossori post strucco. Seguite poi con l’utilizzo di olio di Rosa mosqueta.

Aritha come scrub per il corpo

Infine vi proponiamo l’utilizzo dell’Aritha anche per realizzare uno scrub corpo addolcente. Mescolate 2 cucchiai di prodotto con dell’acqua di rose, dello zucchero di canna grezzo e dell’olio di macadamia. Aggiungete se volete anche dell’olio essenziale di vetiver.
Utilizzatelo sulla pelle umida ma prima della doccia. Massaggiate su gambe, decolté e braccia. Quindi risciacquate abbondantemente. Noterete i suoi effetti immediatamente: pelle luminosa, fresca e mai disidratata!

Articoli correlati:

Scriveteci e diteci se avete già utilizzato l’Aritha!
Vi aspettiamo sulla nostra pagina Facebook!

0Shares

Un commento su “Aritha: l’erba ayurvedica da utilizzare per capelli e corpo”

I commenti sono chiusi.