Olio di Amla: proprietà, benefici e utilizzi

L’olio di Amla è un prodotto altamente versatile capace di essere benefico su pelle, capelli e soprattutto sul viso visti gli alti contenuti di antiossidanti 

Olio di Amla
Fonte: PIxabay

Proveniente dalla specie botanica Emblica Officinalis, e conosciuta come uva spina indiana, l’amalika o meglio conosciuta come Amla fa parte della famiglia delle Phyllanthaceae. Le sue foglie sono quasi penate, ma il frutto è rotondo e molto dolce, con polpa acidula e consistenza fibrosa. Secondo i principi della medicina Ayurveda, inoltre, l’Amla può servire per equilibrare tutti e tre i dosha. Può essere composta in polvere, attraverso l’essiccamento di foglie e frutto con polverizzazione, oppure tramite spremitura a freddo realizzando l’olio di Amla. 

Premessa sull’olio di Amla

Per quanto non ci siano contro indicazioni, prima dell’utilizzo può essere utile testare il prodotto sul polso per scongiurare eventuali reazioni allergiche. Se notate rossori o irritazioni, smettete l’utilizzo e consultate il medico.

Olio di Amla per i capelli

Tra gli utilizzi più diffusi per l’olio, anche l’impiego sui capelli. Un impacco di olio di Amla nutre i capelli soprattutto per via degli alti contenuti di acido ascorbico. In aggiunta ha grande potere ossidante, per via di ellegitannini e polifenoli come i flavonoidi contenuti nell’olio.

Per usare l’olio di Amla sui capelli basta inumidirmi e quindi stenderli sulle lunghezze. La posa deve durare minimo mezz’ora per poi risciacquare dapprima con balsamo e poi con shampoo. Nel caso in cui i capelli siano ancora oliosi, ripassate nuovamente il balsamo. L’impacco di olio di Amla fungerà anche da riequilibrante per il cuoio capelluto per problemi di forfora o dermatite.

Amla in olio: gli utilizzi sul viso

Come usare l’olio di Amla sul viso? Semplice: come fosse un piccolo siero prima della vostra beauty routine serale o mattiniera naturalmente su pelle secca o pelle mista.

Altamente idratante, e quindi ricco di acidi grassi, l’olio può essere steso in pochissime gocce sulle guance prima della crema idratante. Il prodotto sarà subito assorbito dalla pelle e, dopo qualche minuto, sarà anche rinfrescante. L’olio di Amla può contrastare anche i punti neri.

Pelle del corpo idratata con l’olio 

Infine, grazie al suo odore molto dolce, l’olio di Amla può essere utilizzato anche a scopo fitoterapico come massaggi dopo una doccia. Bastano poche gocce su pelle secca e disidratata quindi un massaggio approfondito lungo tutto il corpo fino ad assorbimento.

QUI abbiamo parlato della polvere di Amla!
Vi aspettiamo sulla nostra pagina Facebook!